Mazari Sharif

La Moschea Blu di Mazari Sharif
La Moschea Blu di Mazari Sharif

Mazari Sharīf (Mazar-e Sharīf, Mazar-i-Sharif), è la quarta città più grande dell'Afghanistan, con una popolazione di 300,000. È la capitale della provincia di Balkh ed è sede di gruppi multietnici come gli uzbeki, i turkmeni, i tagichi e gli hazara. È collegata da strade a Kabul nel sud-est, a Herat a ovest e all'Uzbekistan a nord.

Mazari Sharif significa "Nobile Sacrario" o "Tomba degli Ecceliti", un riferimento al grande santuario e alla moschea rivestiti di piastrelle blu nel centro della città, noto come il Santuario di Hazrat Ali o la Moschea Blu.

Mazari Sharif
La Moschea Blu di Mazari Sharif

Alcuni musulmani (i sunniti) credono che il sito della tomba di Ali ibn Abi Talib - il cugino e genero del Profeta Muhammad - sia in Mazari Sharif. Tuttavia, altri musulmani (gli sciiti) credono che la vera tomba di Ali si trovi nella moschea dell'Imam Ali a Najaf, in Iraq, come è stato rivelato dal sesto Imam Shi'a, Ja'far as-Sadiq.

(Un Imam è una posizione di leadership islamica, spesso il leader di una moschea e della comunità. Simile ai leader spirituali, l'Imam è colui che guida la preghiera durante gli incontri islamici).

La Moschea Blu di Mazari Sharif
La Moschea Blu di Mazari Sharif

Secondo la credenza di Shi'a Muslim, Ali fu originariamente sepolto dai suoi due figli, Hasan e Husain in una località segreta, che fu in seguito reso noto da Ja'far as-Sadiq (il sesto Shi'a Imam e grande, nipote di Husain ) come la tomba che si trova all'interno della moschea dell'Imam Ali a Najaf, in Iraq.

Secondo la tradizione, in 661, poco dopo l'omicidio di Ali e la sepoltura del suo corpo a Najaf, vicino a Baghdad (nell'attuale Iraq), alcuni dei seguaci di Ali temevano che i suoi nemici avrebbero dissacrato il suo corpo. Pertanto, hanno deciso di rimuovere il suo corpo e nasconderlo in un luogo segreto. I resti di Ali furono posti su un cammello femmina bianco, che vagò verso est per diverse settimane finché alla fine non cadde a terra esausto. Il corpo fu poi seppellito dove cadde il cammello e la sua posizione fu dimenticata.

Mazari Sharīf
La Moschea Blu di Mazari Sharif

La fondazione dell'attuale santuario di Mazari Sharif deve la sua esistenza a un sogno. All'inizio degli 1100s, un mullah locale nel villaggio di Khwaja Khayran ha fatto un sogno in cui Ali bin Abi Talib, cugino e genero di Muhammad e uno dei quattro califfi guidati a destra, sembravano rivelare che era stato segretamente sepolto vicino alla città di Balkh (vicino al presente Marzari Sharif). In 1136, dopo aver localizzato il sito, il sultano di Seljuk Ahmed Sanjar ordinò che una città e un santuario venissero costruiti sul posto, dove rimase fino alla sua distruzione dal signore della guerra mongolo Genghis Khan attorno a 1220. Due secoli dopo, in 1480, il santuario fu ricostruito dal sultano di Timurid Husain Baiqara, promuovendo lo sviluppo della città in un grande centro urbano.

Il nucleo timuride del santuario contiene la camera tombale di Ali, le cui cupole con le mattonelle blu si ergono sopra la linea del tetto del santuario. Tombe di varie forme e dimensioni appartenenti a diversi governanti e capi religiosi afghani sono state aggiunte al tempio di Timurid attraverso i secoli, creando il suo attuale profilo irregolare. Il santuario è approssimativamente rettangolare nel piano e misura circa cinquantatre metri per trentotto metri al più grande. È allineato a nord-ovest sud-est ed è racchiuso all'interno di un recinto costruito a metà del XX secolo. L'esterno del santuario è interamente ricoperto da mosaico di piastrelle policrome e pannelli di piastrelle dipinte dominati da sfumature di blu. Molte di queste piastrelle sono state rinnovate o sostituite durante le ristrutturazioni del XX secolo. Uno dei pochi artefatti rimasti dal santuario precedente è una lastra di marmo inscritta con le parole "Ali, Lion of God". La tomba santa di Ali attira i pellegrini sciiti durante tutto l'anno, e specialmente durante la celebrazione del nuovo anno (Neuroz).

La Moschea Blu di Mazari Sharif
La Moschea Blu di Mazari Sharif 

Altri siti sacri in Afghanistan

Kabul

Ziyarat-i-Sakhi (Santuario del Generoso, sacro per Hazrat Ali)

Provincia di Balkh

Chishmah-i-Ayyub (il santuario costruito nella primavera calda dove si crede che Ayyub - Giobbe si sia riposato mentre viaggiava attraverso l'Afghanistan)

Provincia di Faryab

Ashab al Kahf, vicino a Maymanah

Provincia di Samangan

Chishma-i-Hayat (sacro a Khwaja Khizr)

Herat

Gazur Gah, Mausoleo del mistico Abd Allah Ansari

 

Mazari Sharīf
La Moschea Blu di Mazari Sharif

Ulteriori informazioni sui siti sacri in Afghanistan

Dupree, Louis; San Culti in Afghanistan; Relazioni del personale universitario delle università americane, Asia del Sud (Afghanistan) 20: 1, Hanover, New Hampshire; 1976

Safa, A. Ghafoor; La tomba di Hazrat-e Ali, background storico e eventi recenti; Società per la conservazione del patrimonio culturale dell'Afghanistan; Peshawar; 1999

Mazari Sharīf
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Mazari Sharīf
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Mazari Sharīf
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Mazari Sharīf 
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Mazari Sharīf
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Mazari Sharīf
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif.

Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif
Piastrelle sulle pareti della Moschea Blu di Mazari Sharif     

Mazari Sharīf
La Moschea Blu di Mazari Sharif

La Moschea Blu di Mazari Sharif
La Moschea Blu di Mazari Sharif
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Mazari Sharif