Lago Fundudzi

Lago Fundudzi, Sudafrica
Lago Fundudzi, Sudafrica (Ingrandire)

Situato in remoto nella regione di Venda, nella provincia di Limpopo, ai piedi dei Monti Soutspansberg, il lago sacro Fundudzi è uno dei pochi veri laghi interni del Sudafrica. Misura circa 140 ettari e si stima che abbia almeno 10,000 anni, Fundudzi è riempito dai fiumi Godoni e Mutale. Misteriosamente, senza uno sbocco evidente, non trabocca mai.

Si raccontano diverse leggende sul lago. Secondo il popolo Venda - un gruppo etnico regionale composto da oltre un milione di persone - un pitone sacro considerato portatore di fertilità abita sotto le acque. Anticamente viveva sulla superficie del lago e, godendo delle mogli umane, le visitava di notte quando non si vedeva. Una volta, una moglie curiosa lo vide e il suo terrore turbò così tanto il pitone che fuggì in profondità nel lago. Ciò causò una terribile siccità, che si concluse solo quando la curiosa moglie entrò nel lago per unirsi al marito serpentino. Per prevenire ulteriori siccità negli anni successivi, le giovani fanciulle furono sacrificate allo stesso modo. In tempi più recenti l'esecuzione del rituale Domba si ritiene che la danza, parte dei riti di iniziazione delle giovani donne, soddisfi il lussurioso dio pitone.

Un'altra leggenda narra che molto tempo fa a un lebbroso che visitava un villaggio vicino al lago Fundudzi era stato rifiutato il cibo e il riparo. Maledisse il villaggio, che poi affondò nelle acque del lago. A volte gli abitanti di questo villaggio perduto possono essere visti andare in giro per le loro attività quotidiane se le acque sono limpide. Si dice che gli abitanti del villaggio annegato vivano sotto il dominio del dio pitone.

Lago Fundudzi, Sudafrica
Lago Fundudzi, Sudafrica (Ingrandire)

Si dice anche che un coccodrillo bianco viva nel lago. Quando i re Venda morivano e i loro resti venivano sistemati nel lago, questo coccodrillo tossiva una pietra che il nuovo re doveva ingoiare. Si ritiene che i fantasmi degli antenati del popolo Venda risiedano sotto la superficie del lago Fundudzi e siano sorvegliati da questo coccodrillo bianco.

La gente del posto esegue ancora rituali sulle rive del lago Fundudzi per celebrare il nuovo raccolto o per chiedere la pioggia. Le offerte agli antenati includono la birra tradizionale che viene versata nel lago.

Fino a poco tempo fa non era consigliato ai turisti di visitare il lago, che è ancora un po 'difficile da trovare, e c'era un metodo curioso per avvicinarsi al lago. Quando un visitatore ha visto per la prima volta il lago, ci si aspettava che gli voltassero le spalle e poi si chinassero per guardarlo sottosopra attraverso le gambe aperte, un saluto noto come ukodola. Le credenze diverse e talvolta inquietanti, che avevano impedito alle persone di avvicinarsi al lago senza permesso, si stanno gradualmente indebolendo e le nuove generazioni non mostrano più molto interesse per loro.

Il lago sacro sta affrontando stress come mai prima d'ora con l'aumento dell'attività economica nella regione. L'espansione degli insediamenti umani, la bonifica dei pendii adiacenti per la piantagione di alberi, il pascolo del bestiame, l'invasione della vegetazione aliena e l'erosione dei pendii ripuliti creano preoccupazioni per la protezione a lungo termine del lago. Gli studi hanno anche riportato un deterioramento della qualità dell'acqua nel lago Fundudzi. Il lago è stato dichiarato patrimonio dell'umanità, ma alcuni attivisti locali hanno sostenuto che ciò è stato fatto solo per promuovere il turismo e la creazione di posti di lavoro, ignorando il valore spirituale del lago. Non è consigliabile nuotare nel lago Fundudzi, poiché è pieno di coccodrilli.

Lago Fundudzi, Sudafrica
Lago Fundudzi, Sudafrica (Ingrandire)

Adiacente al lago Fundudzi si trova la foresta sacra di Thathe Vondo, dove i re Venda furono sepolti per innumerevoli generazioni. Tradizionalmente, il popolo Venda era sepolto a casa. Tuttavia, dopo dieci o quindici anni, i loro resti sarebbero stati scoperti dai membri della famiglia e portati nella Foresta Sacra. I membri della famiglia trascorrevano la notte nella foresta, usando il tabacco da fiuto per aiutarli a comunicare con gli antenati, e lasciavano i resti in profondità nella foresta in modo che la persona amata potesse unirsi ad altri antenati lì.

Ora, la Foresta Sacra, una fertile area di zone umide e foreste pluviali, è circondata su tutti i lati da imponenti alberi di pino che sono stati piantati per la produzione di carta. È certo che questi pini sforzano la terra e la drenano dalla sua acqua (i pini richiedono enormi quantità di acqua per prosperare), ma per ora rimane la foresta pluviale. A causa del suo status culturale da parte del popolo Venda, nella foresta non è consentito effettuare escursioni, anche se può essere esplorato lungo una pista forestale designata, se accompagnato da una guida locale.

Nella vicina regione ci sono due bellissime cascate che meritano una visita: il Phiphidi e il Mahovhovho.

Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Lago Fundudzi, Sudafrica