Trondheim


Cattedrale di Nidaros di Trondheim, Norvegia

Situata sulla costa centro occidentale della Norvegia, la città di Nidaros era il luogo di pellegrinaggio cristiano più visitato nei paesi nordici durante il tardo Medioevo. Lungo un centro commerciale regionale per prodotti di terra e di mare, Nidaros (ora chiamato Trondheim) divenne la prima capitale della Norvegia quando il re Olav Tryggvason stabilì una fortezza reale sulle rive del fiume Nidelva in 997. Il vero impulso per la fama della città tuttavia, è il risultato della vita e della morte di St. Olav, il più noto crociato religioso norvegese.

Olav Haraldsson è nato a 995 in Ringerike nella parte sud-orientale della Norvegia. Quando era ancora adolescente, partì come vichingo e prestò servizio come ufficiale, combattendo battaglie in Inghilterra e Francia. All'età di 18, Olav fu battezzato a Rouen, in Francia e poco dopo decise di andare in pellegrinaggio a Gerusalemme. Il suo pellegrinaggio fu interrotto da una visione in cui ricevette la direzione per tornare in Norvegia e reclamare il trono reale. Arrivato a Nidaros in 1015, divenne il primo re nazionale a esercitare il potere in modo efficace in tutto il paese. Durante il suo regno di anni 13 il re Olav andò in diverse escursioni missionarie in zone remote della Norvegia, è noto per essere stato estremamente duro nei suoi sforzi di conversione e fatto molti nemici. Con la sua base di potere erosa dai capi pagani resistenti alla diffusione del cristianesimo, Olav fu detronizzato dal re Canuto, un re d'Inghilterra danese. In fuga dalla Norvegia, trascorse un anno di esilio nella città russa di Kiev, dove ebbe un'altra visione che gli diceva di reclamare il suo trono e completare la cristianizzazione della Norvegia.

Spinto dallo zelo religioso, è tornato in Norvegia in 1030, ma è stato presto ucciso in una battaglia a Stiklestad il luglio 29. Considerato immediatamente un martire, il suo corpo fu portato a essere sepolto nel banco di sabbia dove ora sorge la cattedrale di Nidaros. Il corpo fu riesumato più di un anno dopo la sua morte, trovato non essere decaduto (così la leggenda dice) e il vescovo locale, sostenuto dalle masse, lo dichiarò S. Olav in 1031. Una cappella di legno fu costruita sopra la sua tomba e i pellegrini, sentendo voci di guarigioni miracolose, cominciarono a visitare il santuario. Dopo la canonizzazione di Sant'Olav, la città divenne rapidamente importante come meta di pellegrinaggio e ciò a sua volta stimolò la sua crescita come centro commerciale. Intorno a 1070 è stata eretta una chiesa più grande, che è stata poi sostituita da una cattedrale gotica costruita tra 1183 e 1300. Grandi incendi devastarono la cattedrale cinque volte e ogni volta fu ricostruita e ingrandita. L'ultimo grande restauro si è verificato a 1869 e l'altare maggiore dell'attuale cattedrale è situato sul sito di sepoltura di St. Olav. Nidaros è il più grande edificio medievale della Scandinavia.

Prima della Riforma, il santuario di Olav era un luogo opulentemente bello, con molti gioielli e metalli preziosi che adornavano il suo reliquiario. Così grande era il reliquiario che gli uomini 60 dovevano portarlo durante la sua processione annuale. Dopo la Riforma in 1537, il reliquiario di Olav è stato portato a Copenaghen, fuso e trasformato in monete. I pellegrinaggi alla cattedrale furono proibiti durante la Riforma e solo negli ultimi decenni si è assistito al ritorno dei pellegrini nella grande cattedrale. Nel medioevo, molte migliaia di pellegrini hanno visitato il santuario ogni anno, in particolare in occasione dell'anniversario della morte di Sant'Olav, il luglio 29. Allora come oggi, un gran numero di pellegrini ha camminato da Oslo a Trondheim, un viaggio di diverse settimane. L'attuale governo norvegese ha restaurato quasi 1000 chilometri dei vecchi sentieri di pellegrinaggio e sia gli amanti della religione che della natura si godono lo splendido scenario lungo l'antica via per Nidaros.

La fotografia mostra il fronte occidentale della cattedrale con le sue file di statue di pietra. Tra quelli raffigurati nelle statue ci sono re Olav, vari vescovi e altri santi e gli apostoli Filippo e Tommaso.


Cattedrale di Nidaros

Trondheim