Palazzo Potala

Il Palazzo del Potala, Lhasa, Tibet
The Potala Palace, Lhasa, Tibet (Ingrandire) (Avvicinamento)

Arroccato sulla collina di Marpo Ri, a 130 metri sopra la valle di Lhasa, il Potala Palace sorge un ulteriore 170 metri ed è la più grande struttura monumentale di tutto il Tibet. Le prime leggende riguardanti la collina rocciosa raccontano di una grotta sacra, considerata la dimora del Bodhisattva Chenresi (Avilokiteshvara), che fu usata come ritiro di meditazione dall'imperatore Songtsen Gampo nel VII secolo d.C. In 637 Songtsen Gampo costruì un palazzo sulla collina. Questa struttura rimase in piedi fino al XVII secolo, quando fu incorporata nelle fondamenta degli edifici più grandi ancora in piedi oggi. La costruzione del palazzo attuale iniziò in 1645 durante il regno del quinto Dalai Lama e da 1648 il Potrang Karpo, o Palazzo Bianco, fu completato. Il Potrang Marpo, o Red Palace, è stato aggiunto tra 1690 e 1694; la sua costruzione ha richiesto il lavoro di più di 7000 worker e 1500 artisti e artigiani. In 1922 il 13th Dalai Lama ha rinnovato molte cappelle e sale per le assemblee nel Palazzo Bianco e ha aggiunto due storie al Palazzo Rosso. Il Palazzo del Potala fu solo leggermente danneggiato durante la rivolta tibetana contro gli invasori cinesi in 1959. A differenza della maggior parte delle altre strutture religiose tibetane, non è stato licenziato dalle Guardie Rosse durante gli 1960 e gli 1970, apparentemente attraverso l'intervento personale di Chou En Lai. Di conseguenza, tutte le cappelle e i loro artefatti sono molto ben conservati.

Fin dal XI secolo il palazzo fu chiamato Potala. Questo nome deriva probabilmente dal Monte. Potala, la mitologica dimora di montagna del Bodhisattva Chenresi (Avilokiteshvara / Kuan Yin) nel sud dell'India. L'imperatore Songtsen Gampo era considerato un'incarnazione di Chenresi. Dato che ha fondato il Potala, sembra probabile che il palazzo in cima a una collina di Lhasa assunse il nome della montagna sacra indiana. Il Potala Palace è un'immensa struttura, il cui spazio interno supera i metri quadrati 130,000. Compiendo numerose funzioni, il Potala fu prima di tutto la residenza del Dalai Lama e del suo grande staff. Inoltre, era la sede del governo tibetano, dove si svolgevano tutte le cerimonie di stato; ospitava una scuola per l'addestramento religioso di monaci e amministratori; ed era una delle principali mete di pellegrinaggio del Tibet a causa delle tombe del passato Dalai Lama. All'interno del Palazzo Bianco ci sono due piccole cappelle, il Phakpa Lhakhang e il Chogyal Drubphuk; risalenti al VII secolo, queste cappelle sono le strutture più antiche sopravvissute sulla collina e anche le più sacre. La statua più venerata del Potala, l'Arya Lokeshvara, è ospitata all'interno del Phapka Lhakhang e attira ogni giorno migliaia di pellegrini tibetani.

Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Palazzo Potala