Fatti dell'isola di Pasqua

pittura dell'isola di pasqua

Fatti interessanti sull'isola di Pasqua

  • L'isola di Pasqua è uno dei siti archeologici più famosi e meno visitati al mondo.

  • L'isola di Pasqua è un'isola piccola, collinosa e priva di alberi di origine vulcanica. Si trova nell'Oceano Pacifico a circa 2200 miglia (3600 chilometri) al largo della costa del paese del Cile, che possiede l'isola.

  • L'Isola di Pasqua ha sessantatre miglia quadrate e tre vulcani estinti, il più alto dei piedi 1674. Tecnicamente parlando, l'isola è un singolo enorme vulcano che si erge oltre diecimila metri dal fondo dell'Oceano Pacifico.

Storia dell'isola di Pasqua

  • I più antichi nomi conosciuti dell'isola di Pasqua sono Te Pito o Te Henua, che significa "Il centro del mondo" e Mata-Ki-Te-Rani, che significa "Occhi che guardano il cielo".

  • Nei marinai tahitiani di 1860 ha dato il nome all'isola Rapa Nui, che significa "Grande Rapa", a causa della sua somiglianza con un'altra isola della Polinesia chiamata Rapa Iti, che significa "Piccola Rapa".

  • L'isola ha ricevuto il suo nome attuale, Isola di Pasqua, dal capitano di mare olandese Jacob Roggeveen, che è stato il primo europeo a visitare la domenica di Pasqua di aprile 5, 1722.

  • Nei primi 1950s, l'esploratore norvegese Thor Heyerdahl (famoso per il suo Kon-Tiki e Ra i viaggi in zattera attraverso gli oceani) rese popolare l'idea che l'isola di Pasqua fosse stata originariamente colonizzata da società avanzate di indiani della costa del Sud America. L'ampia ricerca archeologica, etnografica e linguistica ha definitivamente dimostrato che questa ipotesi è inaccurata.

  • È ormai riconosciuto che gli abitanti originari dell'Isola di Pasqua erano di razza polinesiana (gli estratti di DNA da scheletri lo hanno confermato), che molto probabilmente provenivano dalle isole Marchesi o della Società e che arrivarono fin da 318 AD.

Statue dell'Isola di Pasqua

  • Le caratteristiche più famose dell'isola di Pasqua sono le sue enormi statue in pietra chiamate moai, almeno 288 di cui una volta si ergeva su enormi piattaforme di pietra chiamate ahu. Ci sono alcuni 250 di questi ahu piattaforme distanti circa mezzo miglio l'una dall'altra per creare una linea quasi ininterrotta attorno al perimetro dell'isola.

  • Un altro 600 moai statue, in varie fasi di completamento, sono sparse in tutta l'isola. Quasi tutti i moai sono scolpiti dalla dura pietra del vulcano Rano Raraku.

  • La media moai statua è 14 piedi, 6 pollici di altezza e pesa 14 tonnellate. Alcuni moai erano grandi come i piedini 33 e pesavano più di 80 tonnellate. A seconda delle dimensioni delle statue, si stima che le persone 50-150 fossero necessarie per trascinarle attraverso la campagna su slitte e rulli fatti dagli alberi dell'isola.

  • Un piccolo numero di moai una volta erano ricoperti da "corone" o "cappelli" di pietra vulcanica rossa. Il significato e lo scopo di queste lapstones non sono noti.

Misteri dell'Isola di Pasqua

  • Gli studiosi non sono in grado di spiegare il significato e l'uso del moai statue. Si presume che la loro scultura e l'erezione derivino da un'idea radicata in pratiche simili trovate altrove in Polinesia, ma che si sono evolute in modo univoco sull'isola di Pasqua. Le statue potrebbero essere state utilizzate per scopi religiosi.

  • Oggetti di pietra e di legno scolpiti in antiche religioni polinesiane, quando erano correttamente modellati e ritualmente preparati, si credeva che avessero un'essenza spirituale magica chiamata mana. Gli archeologi hanno suggerito che il moai le statue dell'Isola di Pasqua furono create con uno scopo simile in mente.

isola di pasqua scava 2
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Isola di Pasqua

l'isola di pasqua del Cile delle americhe dell'Asia