Fatti di Gerusalemme

Gerusalemme, Israele: fatti generali su Gerusalemme

  • Gerusalemme, in virtù del numero e della diversità delle persone che l'hanno considerata sacra, può essere considerata la città più santa del mondo.
  • Gerusalemme è importante per il popolo ebraico perché è Ir Ha-Kodesh (la Città Santa), la Bibione Sion, la Città di David, il sito del Tempio di Salomone e l'eterna capitale della nazione israelita.
  • Gerusalemme è importante per i cristiani perché è il luogo in cui il giovane Gesù ha impressionato i saggi nel tempio ebraico, dove ha trascorso gli ultimi giorni del suo ministero, e dove hanno avuto luogo l'Ultima Cena, la Crocifissione e la Risurrezione.
  • Gerusalemme è importante per i musulmani perché è dove il profeta Maometto è salito in cielo. Dopo i siti sacri della Mecca e della Medina, Gerusalemme è il terzo luogo più sacro dell'Islam.
  • Sebbene fortemente carica di intensa devozione religiosa e visitata da innumerevoli pellegrini e saggi, Gerusalemme è stata anche devastata da trenta secoli di guerre e conflitti.
  • Gerusalemme è un luogo santo con una storia ricca e antica.

Storia di Gerusalemme

  • Le prime tracce di insediamenti umani nell'area di Gerusalemme risalgono al tardo calcolitico e all'inizio dell'età del bronzo (3000 a.C.). Gli scavi hanno dimostrato che esisteva una città sul lato sud del Monte Moriah, chiamato anche Monte del Tempio. Il nome di questa città era Urusalim, una parola probabilmente di origine semitica che apparentemente significa "Fondazione di Shalem" o "Fondazione di Dio".
  • Circa 1000 aEV, Urusalim fu catturato da David, il fondatore del regno unito di Israele e Giuda, e divenne la capitale del regno ebraico. Nei primi anni erranti degli israeliti, il loro oggetto più sacro, l'Arca dell'Alleanza, veniva periodicamente spostato tra diversi santuari, ma in seguito alla cattura di David di Urusalim, l'Arca fu spostata in quella città intorno a 955 aEV. L'Arca era un santuario portatile contenente le due Tavole di pietra della Legge che il profeta Mosè aveva ricevuto sul monte. Sinai. David ribattezzò la sua città di Gerusalemme, che significava "Città della Pace" in ebraico, e scelse il Monte. Moriah è il sito del suo futuro tempio.
  • Mt. Il Moriah era già considerato sacro per altri motivi. Si credeva anche che fosse il luogo in cui Abramo aveva costruito un altare sul quale si preparava a sacrificare suo figlio Isacco. Nello stesso sito, il patriarca Giacobbe raccolse pietre dall'altare su cui suo padre Isacco doveva essere sacrificato, e usando questa pietra come cuscino passò la notte dormendo sulla roccia. Al risveglio da un sogno visionario, Jacob unse il cuscino di pietra con olio che aveva ricevuto dal cielo e la pietra affondò in profondità nella terra, per diventare la prima pietra del grande tempio che sarebbe stato successivamente costruito da Salomone. Questo sacro sito è noto come Betel, che significa "Porta o Casa del Paradiso".
  • Il primo tempio degli ebrei fu costruito durante il regno del figlio di Davide, Salomone. La costruzione del tempio durò sette anni e fu completata in 957 a.C. Poco dopo la costruzione del tempio, Nabucodrezzio II di Babilonia costrinse gli ebrei all'esilio, rimosse i loro tesori del tempio in 604 a.C. e 597 a.C. e infine distrusse completamente il tempio in 586 a.C.
  • Nel 539 aEV, Ciro di Persia conquistò Babilonia e permise agli ebrei di tornare a Gerusalemme. La ricostruzione iniziò e il Secondo Tempio fu completato da 515 aEV. Questo tempio, tuttavia, non sanciva l'Arca dell'Alleanza poiché quell'oggetto sacro era scomparso qualche tempo prima del saccheggio di Nabucodrezzar.
  • La data della scomparsa dell'Arca e la sua successiva collocazione è un mistero per archeologi, storici e studiosi biblici. Sono state avanzate varie possibilità, tra cui i tunnel nascosti sotto il Tempio di Salomone; la Chiesa di Santa Maria di Sion ad Axum, in Etiopia; e un castello dei Cavalieri Templari in Francia.
  • Durante i successivi cinque secoli, dopo il periodo di Ciro di Persia, Gerusalemme fu catturata da Alessandro Magno, controllato da imperi ellenistici, egizi e seleucidi, oltre a sperimentare periodi occasionali di libertà ebraica.
  • Nel 64 aEV, il generale romano Pompeo conquistò Gerusalemme, inaugurando diversi secoli di dominio romano. Durante questo periodo Erode il Grande (governato 37 a.C. - 4CE) ricostruì e allargò il Secondo Tempio e creò il famoso Muro Occidentale (chiamato anche Muro del pianto) come parte della struttura portante per l'ampliamento del Monte del Tempio.
  • In 6CE i romani affidarono il governo di Gerusalemme a una serie di amministratori noti come procuratori, il quinto dei quali, Ponzio Pilato, ordinò l'esecuzione di Gesù. Durante i due secoli successivi gli ebrei si ribellarono due volte contro i loro oppressori romani, la città di Gerusalemme soffrì molto e il secondo tempio fu demolito nel 70 CE.
  • Nell'anno 135 CE, l'imperatore romano Adriano iniziò la costruzione di una nuova città, chiamata Aelia Capitolina, sulle rovine della vecchia Gerusalemme. Sul sito del tempio ebraico distrutto, Adriano costruì un tempio per il dio Giove (il greco Giove), ma questo tempio fu esso stesso demolito dai bizantini dopo che l'impero divenne cristiano.
  • La conversione al cristianesimo dell'imperatore bizantino Costantino (306-337 CE) e il pellegrinaggio di sua madre, l'imperatrice Helena, a Gerusalemme in 326 CE inaugurarono una delle epoche più pacifiche e prospere della città. Secondo le leggende cristiane, l'imperatrice Helena scoprì le reliquie della "Vera Croce della Crocifissione" nel luogo della Resurrezione sul Monte. Calvario. Gli studiosi, tuttavia, ritengono che questa cosiddetta "scoperta" delle reliquie sia una storia fabbricata per motivi politici da Costantino e sua madre, e che le reliquie incrociate furono probabilmente prodotte, così come molte altre reliquie durante il primo e il medioevo cristiano . In ogni caso, il pellegrinaggio di Elena e il sostegno reale di Costantino hanno reso possibile la costruzione di numerosi santuari cristiani in città.
  • La più importante tra i santuari cristiani era la chiesa del Santo Sepolcro. Questa chiesa segnò il luogo della risurrezione e presto divenne il luogo estremamente sacro in tutta la cristianità. Terminata nel 335 CE, la grande basilica fu apparentemente costruita sulle fondamenta di un precedente santuario romano dedicato alla dea Afrodite. Fu durante questa splendida era di costruzione della chiesa che iniziò la tradizione dei pellegrinaggi cristiani a Gerusalemme.
  • I luoghi di pellegrinaggio più visitati erano Betlemme, dove nacque Gesù; Golgatha, il sito della sua presunta crocifissione (e dove la leggenda dice che il cranio di Adamo è sepolto); la Chiesa del Santo Sepolcro; e il Monte degli Ulivi, dove Gesù (presumibilmente) ascese al cielo. La glorificazione cristiana di Gerusalemme continuò fino a 614 CE quando i persiani invasero la città, uccisero molti dei suoi abitanti e distrussero numerose chiese e monasteri.
  • Dopo un breve periodo di dominio persiano, il califfo musulmano Umar conquistò Gerusalemme a 638, sei anni dopo la morte di Maometto. Poco dopo la sua occupazione della città, Umar ripulì il Monte del Tempio, costruì una piccola moschea e dedicò il sito al culto musulmano. La struttura più imponente che i musulmani trovarono a Gerusalemme fu la Chiesa del Santo Sepolcro. Nelle vicinanze i conquistatori arabi si impegnarono a costruire un edificio più spettacolare, la Cupola della Roccia, non solo per proclamare la supremazia dell'Islam, ma anche per garantire che il cristianesimo non tentasse i nuovi seguaci dell'Islam. Il sito scelto era lo stesso scoglio in cui in precedenza si trovava il tempio di Giove dei romani e prima ancora i due templi degli ebrei.
  • C'era un'altra ragione per la venerazione musulmana di questo particolare sito, una più importante della convenienza politica di usurpare il luogo santo di un'altra religione. Un certo passaggio nel Corano collega il profeta Maometto a Gerusalemme e al Monte del Tempio. Quel passaggio, la diciassettesima Sura, intitolato "Il viaggio notturno", racconta che Maometto fu portato di notte "dal tempio sacro al tempio più remoto, di cui abbiamo benedetto il recinto, per mostrargli i nostri segni ... 'La credenza musulmana identifica i due templi menzionati in questo versetto come presenti alla Mecca e a Gerusalemme (il nome islamico per Gerusalemme è in realtà al-Kuds, che significa Città Santa).
  • Secondo la tradizione, il mistico viaggio notturno di Maometto era in compagnia dell'Arcangelo Gabriele, e cavalcavano su un destriero alato chiamato El Burak, che secondo la tradizione islamica Hadith era una creatura alata, simile a un cavallo, che era "più piccola di un mulo, ma più grande di un asino ". Fermarsi brevemente sul Monte. Sinai e Betlemme, infine, si posarono sul Monte del Tempio a Gerusalemme, e lì incontrarono Abramo, Mosè, Gesù e altri profeti, che Maometto condusse nelle preghiere. Gabriel quindi scortò Maometto fino all'apice della roccia, che gli arabi chiamano as-Sakhra, dove si materializzò una scala di luce dorata. Su questo scintillante condotto, Maometto salì attraverso i sette cieli alla presenza di Allah, da cui ricevette istruzioni per se stesso e i suoi seguaci. Dopo il suo incontro divino, Maometto fu riportato alla Mecca da Gabriel e il cavallo alato, arrivando lì prima dell'alba.

Cupola della roccia

  • In questo sacro sito, noto in arabo come Haram al Sharif, il califfo 9th, Abd al-Malik, costruì la grande Cupola della roccia tra 687 e 691. Oltre alla sua associazione con il "Viaggio notturno" di Maometto, Gerusalemme fu anche scelta come sede di questa prima grande opera di architettura islamica per motivi politici.
  • Spesso erroneamente chiamata la Moschea di Umar, la Cupola della roccia, conosciuta in arabo come Qubbat As-Sakhrah, è non una moschea per il culto pubblico ma piuttosto un mashhad, un santuario per i pellegrini. Adiacente al Duomo si trova la moschea Al-Aqsa in cui i musulmani fanno le loro preghiere.
  • Progettata dagli architetti bizantini ingaggiati dal Califfo, la Cupola della Roccia era il più grande edificio monumentale nella storia islamica antica e rimane oggi uno dei più sublimi esempi di genio artistico che l'umanità abbia mai prodotto (la Grande Moschea di Damasco, essendo un vero moschea, è la prima moschea monumentale sopravvissuta).
  • La cupola è alta 20 metri, 10 metri di diametro, e la sua struttura portante, fatta di piombo, era originariamente rivestita in oro puro (l'oro reale è stato rimosso nel corso dei secoli e la cupola è ora in alluminio anodizzato). La sacra pietra di fondazione è circondata da sedici archi che un tempo provenivano da diverse chiese di Gerusalemme, che furono distrutte durante l'occupazione persiana della città nel 614 d.C.
  • I musulmani al potere prima e durante il periodo di costruzione della Cupola avevano tollerato il cristianesimo e l'ebraismo, permettendo ai pellegrini di entrambe le religioni di visitare liberamente la Città Santa. Quest'era di convivenza pacifica si concluse in 969, tuttavia, quando il controllo della città passò ai califfi fatimidi dell'Egitto (una setta sciita radicale e un po 'intollerante) che distrusse sistematicamente tutte le sinagoghe e le chiese.
  • In 1071 i turchi di Seljuk sconfissero i bizantini, spostarono gli egiziani come padroni di Terra Santa e chiusero le rotte di pellegrinaggio stabilite da tempo. Il divieto del pellegrinaggio cristiano da parte di questi sovrani musulmani meno tolleranti fece arrabbiare l'Europa occidentale e divenne una causa contribuente delle crociate, una serie di invasioni che culminarono nella cattura di Gerusalemme in 1099.
  • Da 1118 a 1127 un gruppo di nove francesi conosciuti come i Templari originali dei Cavalieri hanno scavato sotto la moschea El-Aqsa sul sito del vecchio tempio di Gerusalemme. Secondo la leggenda, hanno recuperato una vasta ricchezza di lingotti d'oro, tesori nascosti e l'Arca dell'Alleanza.
  • Il regno cristiano durò quasi 90 anni, durante i quali la Cupola della Roccia fu convertita in un santuario cristiano e chiamato Templum Domini (che significa Tempio del Signore), fu ricostruita la Chiesa del Santo Sepolcro e furono fondati ospizi e monasteri. La città fu riconquistata dai musulmani di nuovo in 1187, fu governata dai Mamelucchi dal 13th al 15th secoli (ad eccezione dei brevi periodi di controllo cristiano in 1229-1239 e 1240-1244) e dai turchi fino al 19 secolo. Gli ebrei, che erano stati esclusi dai crociati cristiani, tornarono dal 13 secolo in poi, a metà del 19 secolo quasi metà della popolazione della città era ebrea, e nel 1980 Gerusalemme divenne ufficialmente la capitale di Israele.
  • L'intera area della Città Vecchia di Gerusalemme è stata caricata fin dall'antichità con la potente energia di santità, devozione e amore spirituale. Per oltre tre millenni il controllo dei luoghi sacri primari della città si è spostato frequentemente tra le religioni di ebraismo, cristianesimo e islam.
  • L'energia o la presenza del sacro a Gerusalemme non è, tuttavia, monopolizzata da nessuna di queste fedi, ma piuttosto dà origine a ciascuna di esse. E questa sacra presenza, al di là dei limiti imposti dal dogma, dalla filosofia o dalla politica, ha la meravigliosa qualità di accumulare e aumentare di intensità nel tempo. La roccia sacra del Monte. Moriah fu dapprima un luogo di culto di Jebusite, poi il sito dei Templi ebraici, accanto al santuario del dio romano Giove, in seguito ricoperto dalla Cupola della Roccia dei musulmani, successivamente conquistata dai cristiani, e ancora più tardi un santuario musulmano . Questa stessa continuità di uso sacro avvenne anche nel sito della Chiesa del Santo Sepolcro, che prima del suo uso cristiano era la posizione di un tempio di Afrodite.
  • Oltre ai siti discussi sopra, i seguenti luoghi sono anche molto visitati dai pellegrini nella Città Santa. Per gli ebrei, i luoghi più venerabili sono il monte Sion, il sito tradizionale della tomba del re David, e il muro occidentale, dove si trova la parte rimanente dell'espansione della piazza del tempio di Erode nel 1st del secolo a.C.
  • Devoti pellegrini cristiani visiteranno le quattordici stazioni della Via Dolorosa, o "Via degli Addolorati". Percorrendo questa strada, la via cristiana più santa del mondo, il pellegrino rivive simbolicamente gli eventi della passione di Gesù. Inoltre, ci sono il santuario dell'Ascensione sulla cima del Monte degli Ulivi, il giardino del Getsemani e il Monte. Sion, il sito dell'ultima cena. Nella Cupola della Roccia, sotto l'antica pietra sacra, si trova una cripta simile a una grotta conosciuta come Bir el-Arweh, il Pozzo delle Anime. Qui, secondo l'antico folklore (non islamico), le voci dei morti possono talvolta essere ascoltate insieme ai suoni dei fiumi del paradiso.
  • I viaggiatori contemporanei e i pellegrini in Israele possono acquistare mappe di Gerusalemme e queste sono estremamente utili per trovare i luoghi santi dell'ebraismo, del cristianesimo e dell'islam.

Arca dell'alleanza

  • Ricercatore britannico Graham Hancock. Nel suo libro riccamente dettagliato, Il segno e il sigillo, Hancock presenta le prove che l'Arca fu rimossa dai sacerdoti ebrei dal tempio di Salomone durante il dominio dell'apostata re Manasse (687-642 a.C.). L'Arca fu quindi nascosta per duecento anni in un tempio ebraico sull'isola sacra egiziana di Elefantina nel Nilo.
  • L'arca fu successivamente portata in Etiopia, sull'isola di Tana Kirkos nel lago Tana, dove rimase per oltre 800 anni fino a quando non fu portata nella città di Axum, capitale del regno axumita. Quando quel regno fu convertito al cristianesimo dopo 331 d.C., l'Arca dell'Alleanza fu collocata in una chiesa di Santa Maria di Sion dove rimane ancora oggi.
  • Scrivendo nel suo libro Lost Secrets of the Sacred Ark, l'autore Laurence Gardner non è d'accordo con le affermazioni di Hancock e afferma che l'Arca Axumita “Chiamato tabot manbara, è in realtà una bara che contiene una venerata lastra d'altare conosciuta come tabot. La realtà è che, sebbene la cassa di Axum possa avere un particolare significato culturale nella regione, ci sono manbara tabotat (plurale di tabot) nelle chiese in tutta l'Etiopia. I tabotat che contengono sono lastre di altare rettangolari, in legno o pietra. Chiaramente, il prezioso tabot di manbara di Axum è di notevole interesse sacro e, per definizione linguistica, è davvero un'arca - ma non è l'Arca biblica dell'Alleanza, né qualcosa di simile a distanza ”.
  • Altre fonti ricercate da Laurence Gardner indicano che l'Arca dell'Alleanza era stata nascosta sotto il Tempio di Salomone ai tempi del re Giosia (597 a.C.) in modo da non essere catturata da Nabucodonosor e dai Babilonesi. Nella sua Mishneh Torah di 1180, il filosofo spagnolo Moses Maimondes disse che Salomone aveva costruito un nascondiglio speciale per l'Arca nei tunnel sotto il tempio.
  • Il profeta Geremia, figlio di Hilkiah che divenne il sommo sacerdote di Gerusalemme, era il capitano della guardia del tempio di Hilkiah. Prima dell'invasione di Nabucodonosor, Hilkiah ordinò a Geremia di fare in modo che i suoi uomini secernessero l'Arca dell'Alleanza, insieme ad altri tesori sacri, nelle volte sotto il Tempio.
  • Più di 1700 anni dopo, un gruppo di nove francesi conosciuti come i Templari originali dei Cavalieri trascorse gli anni da 1118 a 1127 scavando sotto la moschea El-Aqsa sul sito del vecchio tempio di Gerusalemme. Hanno recuperato, oltre a una vasta ricchezza di lingotti d'oro e tesori nascosti, la vera Arca dell'Alleanza. Mentre l'esistenza e la posizione esatta di quest'Arca non sono attualmente note, i Templari presto divennero una delle più potenti istituzioni religiose e politiche dell'Europa medievale.
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.