Stupa di Borobudur, Java

Statua di Buddha sul terrazzo superiore di Borobudur Stupa, Java, Indonesia
Statua di Buddha sulla terrazza superiore di Borobudur Stupa, Java, Indonesia (Ingrandire)

Qualche tempo prima dell'5esimo secolo DC, l'influenza dell'Induismo e del Buddismo si diffuse verso sud dalla terraferma del sud-est asiatico alle isole di Sumatra, Giava, Bali e poche altre nell'arcipelago attualmente chiamato Indonesia. (È fuorviante pensare a tutta l'Indonesia come a un antico impero o alla provincia di una particolare religione.Il vasto arcipelago di oltre le isole 13,000 divenne la nazione dell'Indonesia solo in 1949 e solo alcune delle sue isole maggiori furono mai colonizzate o molto influenzato dall'induismo, dal buddismo o dall'islam). Non ci sono resti archeologici di templi negli stati indiani di Giava prima della fine del 7esimo secolo, poiché le prime strutture indù erano costruite in legno e sono da tempo decadute nel clima tropicale umido. I primi templi di pietra, i santuari di Shiva costruiti durante l'8esimo secolo, si trovano in cima all'altopiano di Dieng, il nome Dieng che significa "il luogo degli dei". La più grande concentrazione di architettura sacra giavanese, tuttavia, si trova nella piana di Kedu, alcuni 42 chilometri a nord-ovest dell'attuale città di Yogyakarta. Qui sorge il bellissimo complesso del tempio indù di Prambanam e il famoso tempio indù / buddista di Borobudur.

Borobudur, un nome che deriva da un'espressione che significa 'Montagna dell'accumulazione dei meriti dei dieci stati del Bodhisattva' è comunemente pensato come una struttura buddista, tuttavia la sua costruzione iniziale fu pianificata e condotta dai costruttori indù intorno a 775 AD. Le enormi prime e seconde terrazze furono completate da una dinastia Hindu in declino, la costruzione fu poi fermata per alcuni anni, e in seguito, da 790 a 835 AD, la dinastia buddista di Sailendra continuò e alla fine completò il grande stupa. L'enorme massa di pietre potrebbe essere stata poi definitivamente abbandonata, poiché era difficile adattarsi ai bisogni del buddismo. Tuttavia, lasciare in evidenza una così evidente manifestazione di induismo probabilmente non è stato ritenuto politicamente corretto e quindi il tempio di Shiva non finito è stato trasformato nel più grande stupa buddista del mondo. Dopo 832 AD la dinastia indù di Sanjaya iniziò a riunificare il centro di Giava e presto riappropriò i monumenti buddisti costruiti dalla Sailendra. Sebbene i Sanjaya fossero essi stessi indù, governarono su una maggioranza buddista e quindi, mentre alcune modifiche e decorazioni indù furono fatte su Borobudur, lo stupa rimase un luogo di uso buddhista. Durante i secoli 10th e 11th ci fu un trasferimento di potere dal centro di Java ad est, e il grande stupa cadde in declino. Per secoli il sito è stato dimenticato, sepolto sotto strati di cenere vulcanica e crescita della giungla. In 1815 gli europei hanno ripulito il sito, nei primi anni 1900 gli olandesi hanno iniziato il restauro e un progetto 21 milioni di dollari USA iniziato in 1973 ha completato il lavoro.

Lo stupa di Borobudur è un enorme monumento simmetrico, 200 di metri quadrati, seduto su una bassa collina scolpita. Il monumento rappresenta un modello cosmologico buddhista dell'universo organizzato attorno all'asse del Monte mitico. Meru. Partendo dalla porta orientale, i pellegrini girano attorno allo stupa, sempre in senso orario. Camminando attraverso quasi cinque chilometri di corridoi all'aperto mentre si sale attraverso sei terrazze quadrate e tre circolari, il pellegrino si muove simbolicamente verso l'alto dal mondo quotidiano allo stato nirvanico del nulla assoluto. Le prime sei terrazze sono piene di pannelli a rilievo riccamente decorati in cui gli scultori hanno scolpito un libro di testo di dottrine buddiste e un affascinante panorama della vita giavanese del 9 secolo. Sulle tre terrazze superiori si trovano piccoli stupa 72, ciascuno contenente una statua del Buddha (queste statue sono generalmente senza testa, i cacciatori di reliquie hanno rubato molte teste, altre sono nei musei). Coronare l'intera struttura è un grande stupa centrale. Rappresentando il Nirvana, è vuoto.

Statua di Buddha in cima a Borobudur, con il monte Merapi in background, Java
Statua di Buddha in cima a Borobudur, con il monte Merapi sullo sfondo, Java (Ingrandire)
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Mappa dello Stupa di Borobudur

Mappa dello Stupa di Borobudur