Tempio di Prambanan, Yogyakarta, Java

Tempio di Prambanan Shiva, Yogyakarta, Java
Prambanan Shiva Temple, Yogyakarta, Java (Ingrandire)

Situata a 11 miglia (17 chilometri) a nord-est della città di Yogyakarta, nella parte centrale di Giava, Prambanan è il più grande tempio indù dell'Indonesia. Chiamato anche Candi Prambanan o Candi Rara Jonggrang, il tempio fu costruito nella metà del 9esimo secolo e dedicato al Trimurti, l'espressione di Dio come il Creatore (Brahma), il Conservatore (Vishnu) e il Distruttore (Shiva). Il suo nome originale era Shiva-grha (la casa di Shiva) o Shiva-Laya (il Regno di Shiva) e la sua forma è stata progettata per simboleggiare il Monte. Meru, la leggendaria montagna sacra e dimora degli dei indù. Il piano terra di Prambanan segue il sistema indù di Vastu Shastra, che letteralmente si traduce come "scienza dell'architettura" ed è strutturato secondo a mandala, o motivo geometrico che rappresenta un microcosmo dell'universo.

Il complesso del tempio è costituito da tre zone, ognuna delle quali è circondata da un muro: una zona interiore e santissima contenente otto templi principali e otto santuari più piccoli, ognuno dei quali è stato ricostruito; una zona centrale contenente 224 piccolo pervara templi di cui solo due sono stati ricostruiti; e una zona esterna senza templi, dove avrebbe vissuto il numero molto grande di autorità e sacerdoti del tempio. Il tempio più importante, dedicato a Shiva, sale ai piedi 154 (metri 47) e ha quattro camere nelle direzioni cardinali. La camera orientale contiene una statua di Shiva alta dieci piedi, la camera a nord ha una statua della consorte di Shiva Durga Mahisasuramardini raffigurante Durga come l'uccisore del demone Bull, la camera occidentale ospita una statua del figlio di Shiva, Ganesh, e il sud è occupato dall'insegnante di Shiva, il saggio Agastya. Il tempio è adornato con pannelli di sculture in bassorilievo che raccontano la storia dell'epica indù, il Ramayana e il Bhagavata Purana.


Piano terra del tempio di Prambanan

Il tempio fu costruito per la prima volta intorno a 850 CE da Rakai Pikatan ed espanso estesamente dal re Lokapala della dinastia Sanjaya. Gli storici suggeriscono che la costruzione di Prambanan abbia probabilmente lo scopo di commemorare il ritorno al potere della dinastia indù Sanjaya in Giava centrale dopo quasi un secolo di dominazione della dinastia buddista Sailendra. Negli 930, dopo i disordini politici di stato e l'eruzione vulcanica del vicino Monte. Merapi, la corte reale fu trasferita a East Java da Mpu Sindok, che fondò la dinastia Isyana. Questo ha segnato l'inizio del declino di Prambanan. Fu in seguito abbandonato, decine di alberi crebbero tra le sue alte torri di pietra, e molti templi crollarono durante un grave terremoto nel 16esimo secolo. Sebbene il tempio abbia cessato di essere un importante centro di culto e pellegrinaggio, le rovine erano ancora riconoscibili e conosciute dal popolo locale giavanese.

Prambanan è stato riscoperto in 1733 da CA Lons, un esploratore olandese. I primi tentativi di rivelare l'intera estensione del complesso del tempio furono fatti in 1885 e 1918, anche se i saccheggi divennero comuni con i residenti olandesi che adornavano i loro giardini con statue inestimabili e persone locali che prendevano le fondamenta da usare come materiale da costruzione. I restauri archeologici sono stati condotti in 1937, 1978 e 1982 e continuano fino ad oggi. Date le dimensioni del complesso del tempio, il governo indonesiano ha deciso di ricostruire i santuari solo se fosse disponibile almeno il 75% della loro muratura originale. La maggior parte dei santuari più piccoli sono ora visibili solo nelle loro fondamenta, senza piani per la loro ricostruzione. In 1991, l'intero sito è stato designato come patrimonio mondiale dell'UNESCO. A partire da 2009, l'interno della maggior parte dei templi rimane off-limits per motivi di sicurezza.

Tempio di pervara non ricostruito con tempio di Shiva sullo sfondo
Tempio di pervara non ricostruito con tempio di Shiva sullo sfondo (Ingrandire)

Veduta aerea del complesso del tempio di Prambanan
Veduta aerea del complesso del tempio di Prambanan (Ingrandire)


Rovine del Tempio di Prambanan con Monte vulcanico Merapi in lontananza, 1852
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Tempio di Prambanan, Yogyakarta, Java, Indonesia