Mandalay, Myanmar (Birmania)

Pellegrini che applicano la foglia d'oro al Buddha Maha Muni Mandalay, Birmania
Pellegrini che applicano la foglia d'oro al Maha Muni Buddha Mandalay, Myanmar (Birmania) (Ingrandire)

Le leggende dicono che il Buddha Guatama una volta andò ad insegnare tra la gente di Dhannavati (ora la regione settentrionale del Rakhine in Birmania / Myanmar). Il re, Candra-suriya, chiese a Guatama di lasciare un'immagine di sé per il bene del popolo. Buddha sedette per una settimana di meditazione sotto un albero della Bodhi mentre Sakka, un re degli dei, creò un'immagine di grande bellezza. Buddha era soddisfatto dell'immagine e decise di infondergli la sua essenza spirituale per un periodo di cinquemila anni.

Secondo la tradizione antica, si diceva che fossero state fatte solo cinque somiglianze del Buddha durante la sua vita: due erano in India, due in paradiso, e il quinto è il Maha Muni o "Grande Saggio". Gli archeologi ritengono che l'immagine sia stata probabilmente lanciata durante il regno del re Chandra Surya, che salì al trono in AD 146, alcuni 600 anni dopo che il Buddha morì. Poco si sa dei viaggi di Maha Muni nei successivi millecinquecento anni. È stato rubato e spostato da vari re. Altre volte fu sepolto sotto un tempio in rovina in una giungla dimenticata. L'immagine è stata portata a Mandalay in 1784 dal re Bodawpaya e collocata all'interno della Pagoda Payagi appositamente costruita. Da quel momento è stata l'immagine del Buddha più venerata in tutta la Birmania.

La statua è alta 3.8. Originariamente fuso di metallo, ora è interamente rivestito con uno strato spesso due pollici di foglia d'oro. Così tante foglie d'oro sono state applicate da così tante mani diverse che la figura ha sviluppato un contorno irregolare. Molte migliaia di pellegrini visitano il santuario ogni giorno e un grande festival all'inizio di febbraio attira centinaia di migliaia.

In un cortile della Pagoda Payagi, vicino al Maha Muni, ci sono sei statue di bronzo Khmer - tre leoni, un elefante a tre teste e due guerrieri - che in origine si ergevano come guardiani del tempio di Angkor Wat in Cambogia. Si ritiene che le statue dei guerrieri abbiano qualità curative miracolose. Le leggende dicono che sfregare una parte del corpo di una delle statue curerà un'afflizione nella parte corrispondente del proprio corpo. Quando queste statue furono originariamente portate nel tempio di Maha Muni in seguito a un lungo e tortuoso viaggio nel sud-est asiatico, non vi furono legende curative associate a loro. Dopo secoli al tempio le statue venivano considerate dotate di poteri curativi, ma non si sa nulla di quando o come questa leggenda ebbe inizio. È affascinante riflettere sul fatto che i poteri di guarigione delle statue sembrano essere stati generati nel tempo dall'intenzione e dalle convinzioni delle innumerevoli migliaia di pellegrini in visita. Per una ragione a lungo dimenticata, la gente ha iniziato a sfregare le statue mentre pregava per la guarigione. Queste preghiere hanno in qualche modo caricato, o energizzato, le statue con un potere, che si ritiene abbia causato molte migliaia di episodi di guarigione miracolosa. Mentre la maggior parte degli scienziati contemporanei prenderà in giro un'idea del genere, il punto è che altrimenti si sono verificate guarigioni inspiegabili. Non possiamo offrire altre spiegazioni per questo fenomeno miracoloso, ma ricordate che solo perché la scienza convenzionale non può attualmente spiegare qualcosa non significa che sia impossibile.

Statue curative miracolose, Maha Muni Shrine, Mandalay, Birmania
Statue miracolose di guarigione, Maha Muni Shrine, Mandalay, Myanmar (Birmania) (Ingrandire)


Portale alla collina sacra di Mandalay, in Birmania
Portale alla collina sacra di Mandalay, Myanmar (Birmania) (Ingrandire)
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Mandalay