Loughcrew


Complesso megalitico di Loughcrew

Loughcrew, chiamato anche Sliabh na Cailli ', è una vasta collezione di tumuli megalitici di passaggio in cima a una serie di colline sul confine occidentale della contea di Meath. Su un lato della catena montuosa si trovano i laghi e le pianure di Cavan, mentre l'altro lato è delimitato dalla valle del Boyne e dai suoi fiumi. Il fiume Boyne, secondo la leggenda, una personificazione di Boinn, la Dea della mucca bianca, è anche un riflesso della Via Lattea, che allude alla dimensione celeste di questo paesaggio sacro e alla sua importanza come portale per l'Altromondo.

Loughcrew, con più di ometti camerati 30, contiene la più alta concentrazione di antiche architetture sacre in tutta l'Irlanda (sebbene Carrowmore copra la più grande area). La maggior parte degli ometti, alcuni dei quali sono bloccati, si trovano su due colline, Carnbane East e Carnbane West. La collina di Carnbane East è anche conosciuta come la "Collina della Megera" e il più grande tumulo sulla collina era presumibilmente la sua caverna. Ciascuna delle colline e dei loro tumuli ha antiche storie di folclore di giganti ed eroi stregati dalle donne e dalle dee fatate.

Si ritiene che il periodo di costruzione dei tumuli di Loughcrew sia iniziato già nel 4000 aC, sebbene la datazione esatta sia impossibile date le tecnologie attuali. Un metodo estremamente importante per determinare i periodi di costruzione degli ometti è attraverso la scienza dell'archeoastronomia. Molti degli ometti sono stati studiati estensivamente dagli archeoastronomi, e le loro entrate e vie di passaggio sono state trovate per allinearsi a diversi periodi del calendario solare, come i solstizi, gli equinozi e i giorni del quarto di giro.

Non è al momento noto quale fosse la funzione esatta degli ometti di passaggio. Gli scavi archeologici hanno rivelato resti di sepoltura in solo pochi degli ometti di passaggio e non si crede più che gli ometti ei grandi tumuli funzionassero come siti di sepoltura. La borsa di studio contemporanea considera i passaggi cairn più come luoghi sacri associati alla vita, alla rinascita e alla rigenerazione. Alcuni moderni ricercatori degli ometti e della cultura megalitica in generale, interpretano gli ometti come la pancia della dea della terra completa di organi riproduttivi. In questo contesto è di vitale importanza considerare gli allineamenti solari delle vie di passaggio che conducono agli ometti. Forse, in periodi ritualmente significativi dell'anno come i solstizi e gli equinozi quando la luce del sole mostrava direttamente le vie di passaggio, il popolo megalitico avrebbe utilizzato gli ometti come luoghi di cerimonia in cui avrebbero partecipato insieme agli spiriti della terra in la continua rigenerazione della vita. Forse quei periodici periodi di potente influenza celeste furono usati anche per le cerimonie di iniziazione e per risvegliare e amplificare la consapevolezza spirituale.

Per informazioni più dettagliate su Loughcrew consultare:

McMann, Jean
Loughcrew, The Cairns; After Hours Books; Oldcastle, Irlanda; 2002


Complesso megalitico di Loughcrew


Lumbercrew cairn megalitico


Lumbercrew cairn megalitico


Lumbercrew cairn megalitico


Lumbercrew cairn megalitico


Lumbercrew cairn megalitico


Lumbercrew cairn megalitico


Sculture in pietra all'interno del tumulo del complesso megalitico di Loughcrew


Sculture in pietra all'interno del tumulo del complesso megalitico di Loughcrew


Sculture in pietra all'interno del tumulo del complesso megalitico di Loughcrew


Sculture in pietra all'interno del tumulo del complesso megalitico di Loughcrew


Sculture in pietra all'interno del tumulo del complesso megalitico di Loughcrew
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Loughcrew