Vézelay


Santuario di Maria Maddalena, Vézelay, Francia

Il villaggio francese di Vézelay, uno dei luoghi di pellegrinaggio più visitati del Medioevo, si trova in un'area di significativa santità precristiana. Anche se la data di insediamento originale della zona è sconosciuta, le sue sorgenti minerali di Les Fontaines Salées sono state favorite per le loro qualità terapeutiche almeno dal 3rd millennio aC. La presenza celtica è evidente dal 6 secolo aC e dal 2 secolo aC i Romani avevano costruito templi e terme.

La storia cristiana di Vézelay iniziò nel 860 AD, quando il sito fu donato dal conte carolingio Gerard di Roussillon allo scopo di costruire un monastero benedettino. Poco dopo la sua fondazione, un monaco di nome Baudillon portò reliquie (dette le ossa) di Maria Maddalena a Vézelay da Saint-Maximin-la-Sainte-Baume. In 1058 il Papa dichiarò le reliquie autentiche e un culto di Maria Maddalena iniziò a svilupparsi a Vézelay (la presenza di una statua della Madonna Nera contribuì a questo sviluppo settario). Poco dopo divenne un importante luogo di pellegrinaggio e fu anche un importante punto di partenza per i pellegrini che si recavano al santuario di Santiago de Compostela in Spagna, uno dei più importanti centri di pellegrinaggio medievale.

Oltre alla sua fama come luogo di pellegrinaggio, Vézelay ha altre importanti associazioni storiche. San Bernardo predicò la Seconda Crociata a Vézelay in 1146; in 1166 il vescovo Thomas Becket di Canterbury minacciò di scomunicare il re inglese Enrico II; in 1190 Richard the Lion-Hearted e Philip II Augustus si sono incontrati lì per partire per la terza crociata; e in 1217 San Francesco d'Assisi ha fondato la prima comunità francese di Frati Minori.

L'inizio del declino di Vézelay coincise con la ben pubblicizzata scoperta in 1279 del corpo di Maria Maddalena a Saint-Maximin-la-Sainte-Baume in Provenza, dato il patronato regale di Carlo II, il re angioino di Sicilia. Quando Charles fondò un convento domenicano a La Sainte-Baume, il santuario fu meravigliosamente trovato intatto, anche con un'iscrizione esplicativa che spiegava perché le reliquie erano state nascoste. I monaci domenicani locali presto compilarono un resoconto di miracoli che presumibilmente causarono le reliquie. Questa scoperta ha minato seriamente la posizione di Vézelay come principale santuario della Maddalena in Europa. Vézelay, tuttavia, rimase un importante luogo di pellegrinaggio per i fedeli cattolici, anche se gli ugonotti protestanti bruciarono le vere reliquie nel 16esimo secolo.

La Basilica di Santa Maria Maddalena è uno dei più notevoli capolavori dell'arte e dell'architettura romanica della Borgogna in Francia, ed è stata aggiunta alla lista UNESCO dei siti del patrimonio mondiale di 1979. Il sito è anche chiamato Abbazia di Vézelay (Basilique Ste-Madeleine); Basilique Ste-Madeleine; La Madeleine; Basilique de Vézelay; Basilica di Vézelay; e l'abbazia di Vézelay.

Vezelay-map


Vezelay-map-leggenda
Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Vezelay