Kamakhya

Tempio Kamakhya, Guwahati, Assam
Tempio Kamakhya, Guwahati, Assam (Ingrandire)

Situato in cima alla collina Nilachal nella favolosa città antica di Pragjyotishapura (ora chiamata Guwahati in Assam, uno stato nell'India nordorientale) è un luogo sacro e mitico in cui Shiva e Shakti sono venuti in segreto per soddisfare il loro amore fisico. Come la parola sanscrita per fare l'amore è 'kama', il posto è stato nominato Kamakhya. Inoltre, è uno dei più antichi siti di dea 51 Shakti Pitha.

Il venerato Kamakhya Mandir è il tempio principale di un complesso di templi dedicato ai dieci Mahavidya, o forme della dea Durga. È di grande importanza per i seguaci sia dell'Induismo tantrico che del buddhismo Vajrayana. Prima di discutere il tempio stesso, è importante prima raccontare il mito dei siti della dea Shakti Pitha.

Shakti era la figlia del re Daksa e della regina Prasuti. Era anche la moglie di Shiva, che il re Daksa non amava essere un asceta rude e sposare Shakti contro i suoi desideri. Il re Daksa ha tenuto una volta una grande cerimonia, chiamata a yagna, a cui non ha invitato né sua figlia né il genero Shiva. Shakti è stato offeso da questo leggero e ha partecipato alla cerimonia non invitato. Insultata da Daksa, si è tolta la vita immolandosi nel fuoco cerimoniale. Udendo questa notizia, Shiva si affrettò verso la casa di Daksa, che decapitò, e poi cominciò a interrompere la cerimonia ea reclamare il corpo di sua moglie Shakti.

Come l'ostruzione del yagna la cerimonia avrebbe creato il caos e gravi effetti negativi sulla natura, gli dei Brahma e Vishnu si appellarono allo shiva colpito dal dolore, chiedendo che permettesse che la cerimonia fosse completata. Shiva obbedì e appose anche la testa del montone usato nella cerimonia al corpo decapitato di Daksha. Ritornato alla vita, Daksha si scusò con Shiva e implorò clemenza dal Parabrahman (l'informe Supremo Onnipotente), che lo informò che Shiva era in realtà una manifestazione di Parabrahman. Daksha divenne quindi un devoto di Shiva.

Ancora inconsolabile per la perdita della sua amata moglie, tuttavia, Shiva appoggiò il suo corpo sulla sua spalla e cominciò il Tandava, una danza folle attraverso l'universo. Per frenare Shiva e proteggere l'universo dalla distruzione, Vishnu ha gettato il suo discus (o ha sparato frecce in alcuni racconti del mito) per smembrare il corpo dell'arto Shakti per arto (altre fonti dicono che è entrato nel corpo di Sati con lo yoga e ha tagliato il cadavere in diversi pezzi). Quando Shiva fu così privato del corpo, cessò la sua pazza danza del Tandava. Le parti del corpo di Shakti (e pezzi dei suoi gioielli) caddero dalle spalle di Shiva alla terra e i luoghi in cui erano sbarcati divennero i luoghi dei sacri santuari di Shakti Pitha. Per innumerevoli secoli questi siti sono stati visitati da donne che hanno disturbi in certe parti del loro corpo - ogni tempio che consacra una particolare parte del corpo di Shakti è ritenuto avere la capacità miracolosa di guarire quella stessa parte del corpo di una donna.

Tempio Kamakhya, Guwahati, Assam
Tempio Kamakhya, Guwahati, Assam (Ingrandire)

Poco si sa sui primi anni del tempio Kamakhya e la sua prima menzione si trova nelle iscrizioni 9th secolo della dinastia Mlechchha trovata a Tezpur. Mentre il tempio esisteva quasi sicuramente prima di allora, molto probabilmente durante il periodo Varman (350-650 AD) del regno di Kamarupa, abbiamo pochissimi dettagli di questi secoli. La regione era indù al tempo e il sacerdozio bramino potrebbe aver considerato il culto della dea di Kamakhya come sciamanico e pagano. Il viaggiatore cinese Xuanzang, che visitò Pragjyotishapura nel 7esimo secolo, non menziona il tempio Kamakhya. Dal 10th secolo, tuttavia, durante la dinastia dei Pala (900-1100), Kamakhya era diventato un importante sito di pellegrinaggio sia dell'Induismo tantrico che del buddhismo Vajrayana. È degno di nota il fatto che i registri tibetani del decimo e dell'undicesimo secolo raccontino che insegnanti buddisti in Tibet avevano visitato Kamakhya.

Dopo la caduta del 11esimo secolo della dinastia dei Pala e l'ascesa del 13esimo secolo del Regno di Kamata, il tempio fu distrutto durante il regno di Husain Shah in 1498. Nei primi 1500, Biswa Singha, il fondatore della dinastia Koch conquistatrice, iniziò una ricostruzione del tempio, che suo figlio Naranarayan completò in 1565. L'ulteriore costruzione e ricostruzione del tempio fu condotta da vari leader delle dinastie Koch e Ahom, che governarono l'Assam fino all'annessione britannica della regione in 1826.

Il tempio ha uno stile ibrido, a volte chiamato il Tipo Nilachal, con una cupola poligonale su una base cruciforme. Il sancta sanctorum del tempio, il Garbhagriha, è una piccola grotta sotterranea naturale raggiungibile con gradini stretti. Non c'è nessuna statua della dea Kamakhya nella grotta, ma piuttosto una fessura profonda a forma di vagina nella roccia. Chiamato matra yonila fessura è sempre piena di acqua da una perenne sorgente sotterranea. Drappeggiato con sari di seta e fiori freschi, è adorato come la dea Kamakhya. I pellegrini devono aspettare diverse ore in lunghe file solo per pochi secondi davanti alla dea.

Oltre alla divinità di Kamakhya, il complesso del tempio ospita santuari per altre manifestazioni di Kali, vale a dire Dhumavati, Matangi, Bagalamukhi, Tara, Kamala, Bhairavi, Chinnamasta, Bhuvaneshwari, Ghantakarna e Tripuara Sundari.

In un giorno qualsiasi, il tempio è aperto da 8 fino al tramonto, con un paio d'ore di pausa dopo 1.30 pm - diverse migliaia di pellegrini conducono offertao adorazione della dea. Ogni anno vengono celebrate al tempio cinque grandi feste, che attirano una moltitudine di pellegrini. Si ritiene che l'Ambubachi Mela della 4-day, che si tiene a luglio, segnerà il momento in cui la dea vive il suo ciclo mestruale. Durante questo periodo il tempio è chiuso per tre giorni e aperto con grande festa il quarto giorno. Importanti sono anche Durga Puja, celebrata ogni anno durante Navaratri nel mese di settembre o ottobre; Manasha Puja in luglio o agosto; Pohan Biya, celebrando il matrimonio simbolico tra Lord Kamesvara e Kamesvari Devi a dicembre o gennaio; e Vasanti Puja a marzo o aprile.

Kamakhya è considerato uno dei quattro templi Shakti Pitha più importanti, gli altri tre sono il tempio Kalighat Kali a Kolkata, West Bengal, il tempio Vimala all'interno del tempio Jagannath Dham a Puri, nello stato dell'Odisha e nel tempio Tara Tarini a Brahmapur, anche in stato di Odisha (precedentemente noto come stato dell'Orissa).

Scultura in bassorilievo di Ganesh e Shakti, Tempio Kamakhya
Scultura in bassorilievo di Ganesh e Shakti, Tempio Kamakhya (Ingrandire)

Statua di Durga, Tempio Kamakhya
Statua di Durga, Tempio Kamakhya (Ingrandire)

Fotografia del tempio Kamakhya, con scene mitologiche indù
Fotografia del tempio Kamakhya, con scene mitologiche indù (Ingrandire)

Per ulteriori informazioni:

Martin Gray è un antropologo culturale, scrittore e fotografo specializzato nello studio e nella documentazione dei luoghi di pellegrinaggio di tutto il mondo. Durante un periodo di 38 ha visitato più di 1500 siti sacri nei paesi 165. Il Guida mondiale di pellegrinaggio il sito web è la fonte di informazioni più completa su questo argomento.

Guide di viaggio India

Martin raccomanda queste guide di viaggio 


 

 

Tempio di Kamakhya, India